Voto
3.0

La ragazza del treno è un thriller psicologico diretto da Tate Taylor e in programmazione nelle sale italiane dal 3 novembre 2016. Tratto dall’omonimo best seller e scritto da Paula Hawkins, la pellicola ha ben presto sorpreso diventando campione di incassi nelle sale statunitensi così come in quelle italiane.

1478089358_e6e2bl-zdwo-720p

Il film narra la storia di Rachel Watson, trentaduenne che, non riuscendo a superare la fine del suo matrimonio si crogiolerà nell’alcol, diventandone ben presto dipendente. Nonostante il suo licenziamento, la donna continuerà la vita da pendolare prendendo tutte le mattine il treno diretto a New York. Proprio in questi viaggi mattutini, Rachel troverà conforto nell’osservare la vita di una coppia che diventerà, per lei, modello di relazione alla quale ispirarsi, nonché simbolo di tutto ciò che ha perduto. La trama si infittisce quando, un venerdì sera, la donna della coppia sembra essere svanita nel nulla e Rachel, fortemente turbata, inizierà ad indagare sull’avvenimento giungendo a verità sconcertanti.

cc3289fc8f

Nel complesso la pellicola è molto stimolante. Lo spettatore si ritrova catapultato nella tipica  “caccia all’assassino”, che però in questo caso segue delle piste confusionarie e inaffidabili. Particolarmente efficace è anche il modo in cui gli autori sono riusciti  a riprodurre l’intreccio di piani temporali e di punti di vista presenti nel libro, conducendo lo spettatore verso un finale tutto da scoprire.

Certamente degna di merito è la performance di Emily Blunt che, calatasi perfettamente nei panni di Rachel, riesce ad esprimere e a far comprendere chiaramente il disagio e l’inquietudine di una donna, la cui vita è ormai solo un susseguirsi di immagini vaghe e sfocate.

la-ragazza-del-treno-emily-blunt-foto-dal-film-2_mid

Cosa può non andare nel film è certamente l’eccessiva lentezza di alcuni tratti della narrazione che comporta la perdita di intensità e l’appiattimento della suspense. Lo spettatore infatti non riesce a immedesimarsi a pieno nella psicologia dei personaggi e a seguire con animo lo sviluppo della vicenda, come invece accade durante la lettura del romanzo.

Il risultato, quindi, è un film che sebbene colpisca per scene forti e inaspettati colpi di scena, non riesce a convincere completamente sia i conoscitori del libro, sia coloro che incontrano per la prima volta l’opera.

Acquista QUI il libro dal quale è tratto il film, su Amazon!
Acquista QUI il libro dal quale è tratto il film, su Amazon!
Acquista QUI un altro grande successo di Emily Blunt, su Amazon!
Acquista QUI un altro grande successo di Emily Blunt, su Amazon!