Possiamo tranquillamente affermare che viviamo in un mondo dove le polemiche non si lasciano sicuramente attendere o desiderare. Ne abbiamo sempre di nuove ogni giorno, più o meno sensate e/o fondate.
L’ultima, interessante, polemica riguarda le Extended Edition dei film DC (in realtà il “problema” è ben più antico e risale alla prima trilogia de Il Signore degli Anelli, sempre targata Warner).

ben-affleck-batman-suicide-squad-cameo-192649

La polemica si è riaccesa negli ultimi giorni quando, un po’ a sorpresa, la Warner ha annunciato l’Extended Edition di Suicide Squad: 13 minuti di scene inedite per chi compra il blu ray dell’ultimo esponente supereroistico del DCEU.

Prima di entrare nel vivo, facciamo un passo indietro: ci troviamo a fine Marzo 2016 e Batman V Superman esce nelle sale. Come tutti sapranno, scoppia una pseudo guerra civile che divide pubblico, fan e critica. Ad ammorbidire considerevolmente la situazione a Luglio arriva l’Ultimate Edition del film, versione con 30 minuti di scene aggiuntive, che altro non è che la versione del film come è stata concepita dal regista (e non il taglio di due ore e mezza funestato dal montaggio mandato dalla Warner nelle sale).

Non credo sia un segreto, in quanto non ho mai nascosto di essere un grande fan del film e di averlo amato alla follia, a livello soggettivo, e gradevolmente apprezzato, a livello oggettivo, sin dal giorno della sua uscita nelle sale. Nonostante ciò, come già espresso in sede di recensione, non sono riuscito ad esimermi nel criticare aspramente i tagli al film visto al cinema dopo la visione della versione completa. In BvS non parlavamo solo di aggiunte di dettagli, di scene interessanti ma non fondamentali alla fruizione del film o di approfondimenti della caratterizzazione di un personaggio. No. Parliamo di scene tagliate che cambiano radicalmente il significato di alcuni personaggi, del piano di Luthor e, in parte, del senso di tutto il film. In sostanza: in sala ci lasciano intendere qualcosa che a casa risulta totalmente l’opposto. Semplicemente gravissimo e inaccettabile.

batman-v-superman

Come dissi in sede di recensione: l’Ultimate Edition riuscì a farmi elevare ancora di più il valore della versione completa del film abbassando, allo stesso tempo, quello della versione cinematografica. In un certo senso, la visione a Luglio della Ultimate Edition rovinò in parte la mia (bellissima) esperienza in sala a Marzo.

Come avrete capito leggendo fin qui, non sono totalmente contrario a una versione estesa in Home Video. Principalmente per due ragioni: 1) se il film mi è piaciuto molto, raddoppiare questa dose di hype (prima per il cinema, poi per il blu ray) la trovo, personalmente, una sensazione piacevole che alimenta quell’inevitabile pensiero di “ne voglio ancora” appena uscito di sala, 2) tagliare piccole scene di dettagli e riferimenti apprezzabili più che altro dai fan (quindi quelli che andrebbero con tutta probabilità a comprare il blu-ray) può essere utile per alleggerire l’intera pellicola e magari usare il minutaggio per sviluppare ancora di più l’intreccio narrativo. Tutto ciò deve assolutamente limitarsi a dettagli (come non è stato per BvS).

E’ lo stesso discorso che personalmente faccio per i DLC (downloadable content) dei videogiochi: finché non sono parti esportate all’ultimo momento dalla versione finale del gioco per farle pagare dopo (quindi, purtroppo, il 75% dei casi), l’avere dei piccoli contenuti a basso prezzo senza dover aspettare magari un anno lo trovo piacevole.

Arriviamo finalmente al presente. Pochi giorni fa con un trailer la Warner annuncia l’Extended Edition di Suicide Squad e, questa volta, è subito polemica (a differenza di come è stato per BvS). Probabilmente la polemica è dovuta principalmente a due fattori: 1) il regista Dadiv Ayer aveva affermato, a differenza di Snyder, che la versione cinematografica era la sua versione del film e 2) la maggior parte delle scene riguarderà il Joker, personaggio funestato dai tagli, a detta dello stesso Jared Leto, e Harley Quinn (tradotto: vendite assicurate). Il malcontento (corrente minoritaria ai tempi della Ultimate di BvS) questa volta si è fatto sentire non poco sui social; ma è proprio stavolta che mi sento di difendere di più la Warner.

suicide-squad-extended-cut-trailer

Probabilmente la maggior parte dei tagli riguarderanno la relazione malata tra i due famosi villan. Nei fumetti Joker sfrutta e picchia costantemente Harley. Nel film i due sembrano, a prima vista, una coppia di novelli sposini (in realtà molti riferimenti alla loro follia reciproca autoalimentata ci sono).
Ok, fermi tutti. Ricordate il casino successo durante la campagna pubblicitaria per l’ultimo film degli X-Men per questa immagine qua?

x-men-apocalypse-billboard-xlarge_trans++eo_i_u9APj8RuoebjoAHt0k9u7HhRJvuo-ZLenGRumA

Ecco. Provate a immaginare cosa sarebbe accaduto se la vera relazione tra i due fosse stata portata al cinema. Purtroppo, questo non è colpa della Warner, ma è colpa dei tempi in cui viviamo dove, per rispettare tutti, alla fine non si rispetta il vero senso delle opere e le si distruggono a colpi di politically correct, andandone a rendere “accettabile” l’impatto marginale (non considerando però il semplice retroscena o l’impatto profondo, rimanendo sul tema: la relazione malata tra i due personaggi è un sinonimo dello sfruttamento psicologico delle donne, non una sua esaltazione). Vittime principali di ciò sono sopratutto le opere “pop”, vista la loro grande diffusione e, l’errata, convinzione che debbano essere per forza semplici e immediate nella loro fruizione.

D’altro canto, non si può neanche biasimare troppo la Warner di una tale scelta, viste le vendite astronomiche che ha avuto l’Ultimate Edition di BvS (parliamo di livelli pari al blu-ray di Star Wars Ep. 7), anche se Suicide Squad Extended Edition mi da l’impressione che sarà leggermente meno pubblicizzato.

Il mio auspicio è che scene che rendano un po’ più giustizia alla relazione tra i due personaggi siano state effettivamente girate e non inserite nella versione cinematografica per i motivi sopra elencati e per esigenze di rating.

Altro fattore che mi lascia ben sperare è la durata di tali scene: non 30 minuti come in BvS, ma “solo” 13 minuti. Nella peggiore delle ipotesi, parliamo sempre di un’amputazione più ridotta di quella di BvS.
Ma ad una più attenta analisi, il fatto che il minutaggio sia così ridotto, sopratutto per un film come Suicide Squad, che scorre oggettivamente veloce e quindi poteva essere tranquillamente inserito nella versione cinematografica, porta a un quesito da non sottovalutare: tagliarlo è stata una precisa scelta e potrebbe essere per i motivi che ho elencato, o al contrario, il taglio è stato fatto per ricavarsi qualcosa da poter vendere dopo la fine della corsa nei cinema? 
Presto scopriremo la risposta (il Blu-Ray sarà disponibile dal 6 Dicembre su Amazon). Io rimango speranzoso e, per ora, mi godo il rinnovato hype.