Titolo film: American Assassin

Data uscita: 2017-11-23

Regista: Michael Cuesta

Attori: Dylan O'Brien, Michael Keaton, Scott Adkins, Sanaa Lathan, Taylor Kitsch

Genere: Thriller, Azione

65
Sending
Voto Utenti 0 (0 voti)

American Assassin è tratto dal best seller di Vince Flynn, nonché prequel di tutta la saga inerente a Rapp.

Il film narra le vicende di Mitch Rapp, un giovane e promettente atleta. Durante un attacco terroristico la sua fidanzata perde la vita, e da quel momento, Mitch continuerà a vivere seguendo un solo scopo, quello di vendicarsi. Assoldato prima clandestinamente e dopo ufficialmente, inizia un duro allenamento in una sezione speciale della CIA per portare a termine il suo sanguinoso progetto sottoponendosi per mesi a elevati sforzi fisici e psicologici. Fino a che il veterano della guerra fredda Stan Hurley lo arruola per una missione segreta, con l’obiettivo di indagare su una serie di attacchi previsti in medio oriente. Il giovane Mitch accetta il pericoloso incarico seguendo le tracce di un agente turco e soprattutto tentando di non farla diventare una questione personale.

American Assassin non si presenta come la classica storia trash con solo pallottole e sangue, ma porta con sé una morale per tutta la sua durata: non c’è rimedio per quello che può essere successo, ma c’è sempre un modo per andare avanti e per stare bene con sé stessi, la cosa più difficile però è cercare di accantonare il proprio passato per proseguire gli obiettivi futuri.

Questa morale poteva sicuramente essere gestita meglio ma è comunque chiara e presente. La pellicola ha una sua personalità, arricchita da ottime scene d’azione, suspense e tutti gli elementi legati al mondo dello spionaggio. Non delude mai Michael Keaton, che anche questa volta si dimostra il migliore tra gli attori del film. Inoltre, Michael Cuesta si è rivelato un buon regista in grado di muovere la macchina da presa con i tempi e ritmi giusti. Il risultato è un buon film d’azione che riesce a intrattenere tutti gli appassionati del genere spy-action e non solo.

Ciò che non funziona pienamente nel film è l’analisi di alcuni personaggi come Behruz e soprattutto Annika. Specialmente quest’ultima si rivela inutile ai fini della storia, come se fosse stata messa solo per allungare il brodo. Non mancano purtroppo i più classici cliché dei film d’azione: American Assassin non aggiunge nulla di nuovo al suo genere di appartenenza. Lo sviluppo del protagonista non è condotto nel migliore dei modi e la scelta di Dylan O’Brien si rivela piuttosto discutibile, l’attore ha talento ma per un ruolo così complesso è evidente la sua mancanza di esperienza.

American Assassin non avrà la stessa bellezza o personalità di Atomica Bionda ma il giudizio resta sicuramente positivo, facendo sperare nell’uscita di altri film presi dalla serie di Flynn.

Voto: 65/100

Laureato in comunicazione pubblica e d'impresa alla sapienza. Appassionato di cinema, serie tv, musica, calcio e videogames. Socievole, logorroico, pensieroso e molto ripetitivo.