Titolo film: The Devil's Candy

Data uscita: 2017-09-07

Regista: Sean Byrne

Genere: Horror

81
Sending
Voto Utenti 0 (0 voti)

The Devil’s Candy è il secondo film del regista australiano Sean Byrne. Girata ben due anni fa, la pellicola ha fortunatamente trovato modo di arrivare nelle sale cinematografiche italiane a partire dal 7 settembre.
A esserci mostrata come prima sequenza è un tanto riuscito quanto inquietante preludio: un massacro ispirato dal demonio in persona all’interno di una villetta. Protagonista delle vicende è Jesse, padre e pittore di professione intento a trasferirsi con la propria famiglia in una nuova casa, la stessa mostrataci a inizio film. Jesse condivide con la figlia adolescente la passione per l’heavy metal, come risulta evidente dall’iconico vestiario sfoggiato dai due personaggi. A trasloco avvenuto, la morsa di Satana stringerà gradualmente la psiche di Jesse e spingerà un inquietante killer ad attaccare più volte la famiglia.

Da questa premessa all’apparenza poco originale, Sean Byrne riesce a sviluppare un’opera magnifica, coinvolgente e con stile da vendere. L’ispiratissima iconografia satanica è volutamente collegata ai suoni dell’heavy metal che accompagnano magistralmente l’intero film. Le note e le parole di brani firmati da band come Slayer, Machine Head, Ghost, Metallica, Sun 0))) diventano così pseudo voci narranti, che descrivono e anticipano gli eventi. I continui incastri visivi e sonori, proposti in maniera mai banale, conferiscono un notevole impatto e una certa eleganza a pressoché ogni scena su schermo. Se a questo si vanno ad aggiungere performance recitative assolutamente convincenti o addirittura stellari, come nel caso di Pruitt Taylor Vince, il risultato non può che essere 79 minuti assolutamente dirompenti. Poco importa se la scrittura della trama è piuttosto approssimativa: l’esperienza visiva è talmente forte da mettere quello che solitamente è un serio difetto su un piano del tutto secondario.

The Devil’s Candy è allo stesso tempo classico e atipico, un horror musicale inquietante e d’impatto. Decisamente consigliato agli amanti dei film dell’orrore o a chiunque voglia vedere una produzione stilosa, obbligatorio per i fan del metal.

Voto:81/100