Data uscita: 2017-12-13

Regista: Rian Johnson

Attori: Mark Hamill, Carrie Fisher, Adam Driver, Daisy Ridley

Genere: Fantascienza, Azione, Avventura

82
Sending
Voto Utenti 4 (1 voto)

Parlare di Star Wars come se fosse una normale saga cinematografica è sbagliato. L’universo creato da George Lucas non è solo una pietra miliare del cinema statunitense. No, è qualcosa di più. Per molti, Star Wars è una religione laica.

Episodio VII: Il Risveglio della Forza è uno dei blockbuster meno coraggiosi e innovativi della storia recente (e non intendo dire che sia un brutto film, anzi), ma adesso siamo alla resa dei conti. Non ci sono più scappatoie o seconde possibilità, perché Star Wars Episodio VIII: Gli Ultimi Jedi è il capitolo centrale della nuova trilogia, quello che va a ricalcare il leggendario Episodio V, la colonna portante del nuovo progetto che ne deciderà l’inevitabile destino.


Volendo trovare un aggettivo per il film scritto e diretto da Rian Johnson la scelta ricadrebbe senza troppi dubbi su: imprevedibile. Tutti i rischi che la produzione non si è assunta nel capitolo precedente decide di prenderseli ora. Star Wars Episodio VIII: Gli Ultimi Jedi è denso di plot-twist, svolte imprevedibili e situazioni inimmaginabili (andando, in certi casi, a forzare troppo una sceneggiatura priva di alcuni importanti dettagli).

 

La cosa che stupisce di più non sono le brusche sterzate (generalmente ben orchestrate) che subisce in continuazione la trama; a colpire veramente lo spettatore (e il fan di Star Wars) è la direzione in cui puntano tali svolte. Gli Ultimi Jedi ambisce all’arditissimo obiettivo di ridefinire la mitologia –e la religione- di Star Wars. Se ci riuscirà o meno sarà il singolo spettatore a deciderlo visto che le reazioni possono andare dall’indignazione (alcune scene potrebbero portare i fan più integralisti a uscire dalla sala) fino a un totale ed emozionante stupore. E’ doveroso citare l’ottimo lavoro svolto con i personaggi, in particolare sulla caratterizzazione del vecchio Luke (con un fantastico rientro in scena di Mark Hamill), Rey e Kylo Ren/Ben Solo che da personaggio con una buona idea di partenza mal sviluppata diventa la colonna portante dell’intera trilogia. Inoltre il film, a differenza di Ep 7, si fa portatore di interessanti messaggi sull’eroismo, il sacrificio e la conservazione. Insomma, anche se con diverse mancanze logiche legate ad alcune vicende mal spiegate e a un eccessivo intrecciarsi degli eventi con svolte poco ortodosse, la sceneggiatura de “Gli Ultimi Jedi” ha una forte personalità che fa dimenticare l’effetto del già visto del capitolo precedente.

Da un punto di vista puramente visivo, il lavoro di Johnson è ancora più rimarchevole, alternando scene d’azione spettacolari a bellissime sequenze oniriche e psicologiche (è qui che il tocco dell’ispirato regista di Looper si nota di più) ambientate sull’isola dei Jedi. A differenza dello stile prettamente televisivo di JJ, Johnson punta ad puro impatto cinematografico (tra sguardi, landscape e movimenti di camera) che si fa notare e apprezzare, sempre rimanendo tra i paletti imposti dalla produzione.

Se non fosse per la durata eccessiva, colpevole una quest all’interno del secondo atto non molto interessante che ha l’unico obiettivo di distogliere l’attenzione dalle questioni veramente interessanti, l’inserimento di alcuni personaggi non troppo sviluppati e alcuni passaggi poco chiari, potremmo dire che la Lucasfilm questa volta ha pienamente centrato l’obiettivo (un personaggio in particolare è aggiunto per delle logiche prettamente politically correct della Disney e un tentativo di appeal nel mercato asiatico).

Star Wars Episodio VIII: Gli Ultimi Jedi è film ambizioso, coraggioso e imprevedibile. Sicuramente vi stupirà, ma non è detto che lo faccia in positivo. Molti vecchi fan potrebbero sentirsi traditi ma, a opinione di chi scrive, una modernizzazione ai giorni nostri del mito dei Jedi e della Forza era necessaria. Ancora nulla è deciso, perché il finale della terza trilogia (nelle sale a Natale 2019) porterà sicuramente altre sorprese.
DI una cosa possiamo essere certi: da oggi Star Wars non sarà più lo stesso.

 

VOTO: 82/100