[cs_content][cs_section parallax=”false” style=”margin: 0px;padding: 45px 0px;”][cs_row inner_container=”true” marginless_columns=”false” style=”margin: 0px auto;padding: 0px;”][cs_column fade=”true” fade_animation=”in-from-left” fade_animation_offset=”55px” fade_duration=”750″ type=”1/1″ style=”padding: 0px;”][x_raw_content][/x_raw_content][cs_text]

Il termine Pulp sta a indicare la carta non rifilata di polpa d’albero. È una carta scadente, che si rompe, e viene solitamente utilizzata per la pubblicazione di riviste che pubblicavano principalmente racconti Hard Boiled e Noir, dove non si dava tanto importanza alla qualità dello stampato quanto alla violenza scenica della storia.  Nonostante il termine corretto per il Cinema sia un altro, credo che la pellicola manifesto del Cinema di Quentin Tarantino non avrebbe avuto lo stesso effetto se si fosse chiamata “Exploitation Fiction”.

La migliore definizione del Cinema di Tarantino mi è stata fornita da uno dei miei spacciatori di fumetti.

“Tarantino non è un regista. Tarantino è un DJ.”

A caldo, in quel preciso istante, non fui in grado di metabolizzare questo giudizio, gridando allo scandalo e richiedendo l’intervento sanitario per un trattamento obbligatorio. Facendo passare alcuni giorni, però, iniziai a rendermi conto della veridicità di quest’affermazione. L’universo di riferimento a cui Tarantino può attingere è sconfinato.

Tarantino

La Trilogia Pulp è solo una delle migliaia di sfaccettature della conoscenza cinematografica del nativo di Knoxville e, come tale, è fortemente influenzata da decine di film. Tre film slegati tra loro, che fanno però parte dello stesso universo e si citano e riferiscono tra loro.

La saga si va a comporre di tre pellicole in un arco temporale che va dal 1992, data di uscita de Le Iene fino all’uscita di Pulp Fiction nel 1994. A cavallo fra i due, nel 1993, esce invece Una Vita al Massimoche vede Tarantino impegnato solo in veste di sceneggiatore.

Le Iene è il primo lungometraggio firmato da Quentin Tarantino ed esce nelle sale nel novembre del 1992. Già dalla scena iniziale possiamo notare alcune di quelle che saranno le caratteristiche del suo Cinema. Dialoghi surreali in situazioni quotidiane, il linguaggio scurrile (che porterà a delle critiche da parte di Spike Lee), l’ossessione per la colazione.

Tutti elementi che saranno presenti nell’intera produzione di Tarantino.

Il film è fortemente influenzato da varie scuole cinematografiche. Possiamo trovare riferimenti che partono dal cinema della Novelle Vague francese fino ad arrivare al cinema orientale. Per esempio, la famigerata scena dell’orecchio mozzato prende spunto da una produzione giapponese, The Shogun Assassin di Kinji Fukasaku.

Come dicevo prima, però, la vera e propria caratteristica della Trilogia Pulp sta nel continuo citarsi, nonostante apparentemente manchi un filo comune a tutte e tre le storie.

Ne Le Iene, ad esempio, si fa riferimento a una donna di nome Alabama (protagonista de Una Vita al massimo) come criminale incallita. A onor del vero, la sceneggiatura originale di Tarantino avrebbe portato ad aver senso il legame, la versione finale svuota il riferimento. Sempre in Le Iene, si fa riferimento a un ricettatore chiamato Marsellus, inutilizzabile in quanto in carcere.

Ma si sa, Marsellus Wallace non è una puttana da usare quando si è comodi, e per questo manderà Vincent Vega e Julius Winnfield ad appropriarsi della valigetta di diamanti (si suppone) durante la prima scena di Pulp Fiction. 

Proprio Vincent Vega, interpretato da John Travolta, è un altro elemento chiave nell’economia della trilogia. Secondo la storyline, Travolta sarebbe il fratello “equilibrato” dello psicopatico Vic Vega, aka Mr. Blonde. La coppia sembrava funzionare a tal punto che Tarantino aveva ideato uno script apposito per una pellicola basata sui due fratelli.

Questo è solo uno dei tanti “Easter Egg” che Tarantino si è divertito a inserire all’interno delle sue pellicole. Il più curioso riguarda comunque Mr. Pink, interpretato da Steve Buscemi.

La scena iniziale de Le Iene è entrata nell’immaginario collettivo, anche grazie alla famosa “Questione delle mance”. Se non la ricordate vi rinfresco la memoria.

“Non credo nelle mance”.

Dopo lo stallo alla messicana (altro elemento imprescindibile nel cinema di Tarantino) che chiude la pellicola d’esordio del regista di Knoxville, ironia della sorte, Mr. Pink è l’unico sopravvissuto e viene arrestato. Se vi stesse chiedendo di cosa si occupa ora, potete chiedere di lui al Jack Rabbit’s Smith, il locale dove Vincent Vega porta Mia Wallace a ballare, nelle vesti niente meno che di un cameriere. 

Tarantino

[/cs_text][x_raw_content][/x_raw_content][x_feature_headline level=”h5″ looks_like=”h3″ icon=”amazon”]Qualche consiglio da Amazon[/x_feature_headline][x_feature_list animation_offset=”50″ animation_delay_initial=”0″ animation_delay_between=”300″][x_feature_box title=”Le Iene – € 9,29″ title_color=”” text_color=”” graphic=”image” graphic_size=”150px” graphic_shape=”square” graphic_color=”#ffffff” graphic_bg_color=”#2ecc71″ align_h=”left” align_v=”middle” side_graphic_spacing=”50px” max_width=”none” child=”true” connector_width=”2px” connector_style=”dotted” connector_color=”#272727″ link_text=”ACQUISTALO SUBITO, CLICCA QUI” href=”http://amzn.to/2hPugft” href_title=”” href_target=”blank” link_color=”” graphic_image=”http://www.cinefusi.it/wp-content/uploads/2016/12/01-19.jpg” graphic_animation=”flip”]- [/x_feature_box][x_feature_box title=”Una Vita al Massimo – € 9,29″ title_color=”” text_color=”” graphic=”image” graphic_size=”150px” graphic_shape=”square” graphic_color=”#ffffff” graphic_bg_color=”#2ecc71″ align_h=”left” align_v=”middle” side_graphic_spacing=”50px” max_width=”none” child=”true” connector_width=”2px” connector_style=”dotted” connector_color=”#272727″ link_text=”ACQUISTALO SUBITO, CLICCA QUI” href=”http://amzn.to/2h7xz4I” href_title=”” href_target=”blank” link_color=”” graphic_image=”http://www.cinefusi.it/wp-content/uploads/2016/12/02-20.jpg” graphic_animation=”flip”]- [/x_feature_box][x_feature_box title=”Pulp Fiction con Ricettario (3 DVD) – € 7,49″ title_color=”” text_color=”” graphic=”image” graphic_size=”150px” graphic_shape=”square” graphic_color=”#ffffff” graphic_bg_color=”#2ecc71″ align_h=”left” align_v=”middle” side_graphic_spacing=”50px” max_width=”none” child=”true” connector_width=”2px” connector_style=”dotted” connector_color=”#272727″ link_text=”ACQUISTALO SUBITO, CLICCA QUI” href=”http://amzn.to/2hVme4p” href_title=”” href_target=”blank” link_color=”” graphic_image=”http://www.cinefusi.it/wp-content/uploads/2016/12/03-18.jpg” graphic_animation=”flip”]- [/x_feature_box][/x_feature_list][x_author title=”L’autore” author_id=””][x_share title=”condividi questo articolo” share_title=”” facebook=”true” twitter=”true” google_plus=”true” linkedin=”false” pinterest=”false” reddit=”false” email=”false” email_subject=”Hey, thought you might enjoy this! Check it out when you have a chance:”][/cs_column][/cs_row][/cs_section][/cs_content]