Voto
2.5

Pay The Ghost è un horror psicologico diretto da Uli Edel e interpretato da Nicholas Cage e Sarah Wayne Callies, Star di Prison Break e The Walking Dead. La pellicola è uscita nelle sale italiane il 20 Ottobre 2016, ma nonostante il periodo Halloween-iano in Italia ha ottenuto pochi incassi.

La scomparsa di Charlie

Il film è ambientato a New York: durante la notte di Halloween un bambino scompare mentre si trovava ad una festa con il padre.  A causa della tragedia i genitori del giovane si separano: lei si rassegna dopo poco, lui continua disperatamente a cercare il piccolo Charlie.

pdg1

Indagando su diversi casi, un Nicholas Cage perfettamente nelle corde della pellicola, scopre una connessione tra diverse sparizioni avvenute ogni anno il 31 Ottobre, in particolar modo viene a galla come tutti i bambini rapiti, poco prima di sparire, avessero domandato ai propri genitori: “Possiamo pagare il fantasma?

La coppia ritroverà la sintonia di un tempo nella disperata ricerca del figlio, e scopriranno come un fantasma straziato dalla comunità Newyorkese del passato abbia deciso di vendicarsi contro le famiglie del presente.

CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v80), quality = 91

La pellicola esce dal classico schema del film horror per quanto riguarda l’ambientazione, solitamente scelta in un luogo isolato e particolarmente oscuro. Questa volta ci troviamo nel pieno della Grande Mela, ed è gradevole notare come sceneggiatura e regia siano riuscite a rendere creepy anche un luogo cosi pieno di caos.

Tuttavia la trama presenta diverse falle e incongruenze, e nonostante l’interpretazione di Nicholas Cage sia, come sempre, un marchio di qualità, la pellicola si fonda su una serie di cliché e stereotipi mescolati ad elementi poco chiari e che non di rado lasciano lo spettatore dubbioso circa la qualità del film.

Una pellicola che non merita il massimo dei voti, consigliata, tuttavia, per una notte all’insegna di B movies dell’orrore.

Di seguito il Trailer:

Analista Geopolitico. Appassionata di War Movies, Cartoni Disney vecchia data e Americanate vere e proprie. Se Topolino comparisse in Apocalypse Now sarei una donna felice.