È la vigilia di natale, tempo di misteri, di aspettative… chissà che può accadere…”.

È Natale e come ogni anni la famiglia Stahlbaum si riunisce nel grande salone della casa di Drosselmeyer (Morgan Freeman) per fare festa. Ma per Clara (Mackenzie Foy) e i suoi fratelli è una vigilia triste poiché la loro mamma, Marie, è morta da poco. Prima di avviarsi alla serata, il padre consegna i regali che la moglie ha lasciato ai figli: a Clara viene regalato uno strano scrigno chiuso a chiave. Proprio cercando la chiave, rubata da un topo, si ritroverà in un paese magico e, con l’aiuto dello Schiaccianoci (Jayden Fowora-Knight), dovrà combattere per riportare l’armonia tra i quattro regni che lo compongono.

La pellicola è diretta da Lasse Hallström e Joe Johnston, quest’ultimo è subentrato alla regia per delle riprese aggiuntive vista l’indisponibilità del primo a tornare sul set. La trama del film, rispetto a quella originale, subisce molte modifiche e ribaltamenti per quanto riguarda alcuni personaggi chiave come ad esempio il personaggio della Fata Confetto, interpretata da Keira Knightley, o per quanto riguarda la trama vengono aggiungi degli elementi che ritroviamo in tutti i film d’animazione e live action della Disney: ragazze che si trovano in una fase di crescita, di passaggio nelle proprie vite e che devono affrontare una sfida, un viaggio, alla ricerca di se stesse. Manca un po’ di ironia e anche dal punto di vista emozionale si sarebbe comunque potuto osare un po’ di più.

Helen Mirren is Mother Ginger in Disney’s THE NUTCRACKER AND THE FOUR REALMS.

Il cast comprende anche Helen Mirren nei panni di Madre CicognaEugenio Derbez ovvero BiancospinoRichard E. Grant che interpreta Brivido e i genitori di Clara interpretati da Matthew MacfadyenAnna Madeley.

Insomma “Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni” è un film pieno di scenografie e costumi fantastici, ma al quale manca un coinvolgimento emotivo, quel pathos che era tipico dei film d’animazione Disney. Una storia ormai vista e rivista negli ultimi Live Action, che forse ormai inizia ad annoiare.

Voto: 65/100