cover_le_due_nazioni

Testi: Francesco “Paul Izzo” Polizzo

Disegni: Mirko Treccani

Manfont è una realtà affermata nel mondo del fumetto indipendente italiano: un marchio che punta molto su nuovi talenti e autori emergenti. Da anni, con una particolare formula di autoproduzione, la Manfont aiuta i nuovi autori a raggiungere il proprio pubblico.

È il caso di Le due nazioni” di Paul Izzo e Mirko Treccani. Qualcuno, sui gruppi ed i siti dedicati al fumetto, potrebbe averne già sentito parlare attraverso qualche anteprima ed alcune immagini apparse in giro: di che si tratta?

Le due nazioni è una storia di vampiri, sembra che dopo Twilight il mondo dell’intrattenimento si senta in dovere di riabilitare la figura del non-morto, prendendo una situazione classica e calandola in un contesto interessante.

ldn-pag-19-ink

Qui i vampiri e gli umani sono giunti ad un fragile accordo per coesistere con il beneficio di entrambi. Una pace che sembra duratura, per quanto fragile, minacciata però da un omicidio che potrebbe rovesciare i complicati equilibri del governo gestito dalle famiglie dei vampiri. Per portare avanti le indagini, agli agenti non-morti viene affiancato Philippe, un poliziotto umano dai metodi rudi e spicci.

ldn-pag-19-ink-copia

Sul campo, insieme a Philippe, ci sarà una vampira seicentenaria di nome Jeanne, a cui sarà affidato il compito di tenere sotto controllo Philippe ed evitare che ficchi il naso dove non dovrebbe. Presto le indagini si sposteranno da un serial-killer isolato ad un gruppo di giovani vampiri che mira a destabilizzare il governo. Perché in un mondo dove tutte le cariche importanti sono occupate da immortali, l’unico modo di salire in cima è uccidendo i propri superiori.

phile-jeanne-rmx-copia-copia

Chi conosce il gioco di ruolo “Vampiri: the masquerade”, noterà alcune tematiche simili presenti in “Le due nazioni”. Tematiche comuni nella figura del vampiro moderno, ma che in questa storia sono trattate con uno sguardo nuovo: anziché guardare il mondo attraverso gli occhi del vampiro, lo osserviamo con quelli dell’umano e mortale Philippe, costretto a muoversi in una Francia popolata e governata da predatori immortali (mentre lui lentamente invecchia cercando di scoprirne i segreti).

I disegni di Mirko Treccani sono notevolmente d’atmosfera: carichi di neri ma dal tratto pulito evidenziando il mondo delle creature della notte e la loro disumanità appena accennata. Altra considerevole nota di merito è il livello grafico del materiale promozionale e dell’albo stesso, che da subito ti catapulta all’interno del mondo cupo ammantato da una rassegnata normalità.

ldn-pag-30-31-ink-copia

Potete trovare “Le due nazioni” ed altri fumetti targati Manfont all’omonimo stand a Lucca Comics&Games, padiglione Napoleone.

Ed ora, per non lasciarvi con la curiosità, un po’ di pagine in anteprima dal volume: QUI