Nonostante il film del 2017 ne segnerà l’esordio cinematografico, la Justice League vanta un’ottima storia di film d’animazione. Ieri ho visto JL: DOOM giusto per informarmi un po’.

Il film prende spunto dalla storia Justice League: Tower of Babel, in cui Ra’s ah Ghul e sua figlia Talia rubano in piani strategici di Batman, ideati per poter bloccare i membri della Justice League in caso questi fossero diventati un pericolo.

DoomTitle

Gli altri membri, Superman in primis, non sono proprio così contenti della scoperta dei piani di Batman, ma decidono comunque di risolvere la questione in un secondo momento, dopo aver sventato la minaccia.

Nel lavoro animato, le cose stanno leggermente diversamente: il cattivo principale è Vandal Savage, che assolda alcuni dei nemici giurati del supergruppo promettendo una montagna di denaro per ogni cadavere.

Il prodotto che ne viene fuori non è male. Tiene bene il ritmo, riesce a tenere una discreta suspence e intreccia bene le varie componenti della trama. Quello che non mi ha convinto a pieno, invece, è stato lo scostamento dal lavoro originale.

Consigliato: 7/10