La stagione dei premi cinematografici 2018/2019 è iniziata ufficialmente con le nomination al Gotham Awards per i migliori film indipendenti, selezionati da una commissione eterogenea composta da critici, giornalisti e curatori di festival. Conducono per numero di nomination a pari merito “La Favorita” di Yorgos Lanthimos e “First Reformed” di Paul Schrader con tre candidature ciascuno, seguiti da “If Beale Street Could Talk” del regista Premio Oscar Barry Jenkins, il successo del Sundance “Eighth Grade” di Bo Burnham e l’horror dell’anno “Hereditary” di Ari Aster.

Ecco tutte le nomination:
Miglior Film
First Reformed – La creazione a rischio” di Paul Schrader;
La Favorita” di Yorgos Lanthimos;
Madeline’s Madeline” di Josephine Decker;
If Beale Street Could Talk” di Barry Jenkins;
The Rider” di Chloé Zhao.

Miglior Attrice
Glenn Close, “The Wife – Vivere nell’Ombra”;
Toni Collette, “Hereditary – Le radici del male”;
Kathryn Hahn, “Private Life”;
Regina Hall, “Support the Girls”;
Michelle Pfeiffer, “Where is Kyra?”.

Miglior Attore
Adam Driver, “BlacKkKlansman”;
Ben Foster, “Senza Lasciare Traccia”;
Richard E. Grant, “Copia Originale”;
Ethan Hawke, “First Reformed – La creazione a rischio”;
Lakeith Stanfield, “Sorry to Bother You”.

This image released by Focus Features shows director Spike Lee, left, with actor Adam Driver on the set of Lee’s film “BlacKkKlansman.” Lee is releasing his film this weekend, a year after the violent clashes in Charlottesville in which anti-racism activist Heather Heyer was run over and killed. Lee’s film is about an earlier chapter in white supremacism and the Ku Klux Klan: when African-American police detective Ron Stallworth infiltrated a Colorado Springs, Colorado, chapter of the KKK in 1979. (David Lee/Focus Features via AP)

Miglior Documentario
Bisbee ’17” di Robert Greene;
Hale County This Morning, This Evening” di RaMell Ross;
Minding the Gap” di Diane Quon;
Shirkers” di Sandi Tan;
Won’t You Be My Neighbor?” di Morgan Neville.

Miglior Regista Rivelazione
Bo Burnham, “Eighth Grade”;
Ari Aster, “Hereditary – Le radici del male”;
Boots Riley, “Sorry to Bother You”;
Crystal Moselle, “Skate Kitchen”;
Jennifer Fox, “The Tale”.

Miglior Interprete Emergente
Thomasin McKenzie, “Senza Lasciare Traccia”;
Helena Howard, “Madeline’s Madeline”;
Kiki Layne, “If Beale Street Could Talk”;
Elsie Fisher, “Eighth Grade”;
Yalitza Aparicio, “Roma”.

MYAB_05-17_02285.CR2

Miglior Sceneggiatura
Deborah Davis e Tony McNamara, “La Favorita”;
Cory Finley, “Amiche di Sangue”;
Paul Schrader, “First Reformed – La creazione a rischio”;
Tamara Jenkins, “Private Life”;
Andrew Bujalski, “Support the Girls”.

Miglior Serie Esordio – Short Form
195 Lewis“;
Cleaner Daze“;
Distance“;
The F Word“;
She’s the Ticket“.

Miglior Serie Esordio – Long Form
L’altra Grace“;
Big Mouth“;
The End of the F***ing World“;
Killing Eve“;
Pose“;
Sharp Objects“.

Sharp Objects
Episode 3
Henry Czerny, Patricia Clarkson, Eliza Scanlen, Amy Adams
photo: Anne Marie Fox/HBO

Premio Speciale della giuria per il miglior cast
La Favorita“: Olivia Colman, Emma Stone e Rachel Weisz.

Premio alla CarrieraWillem Dafoe, Paul Greengrass, Jon Kamen e Rachel Weisz.

I Ghotam Awards 2018 saranno assegnati Lunedì 26 Novembre.

Pierfranco nasce a Chiavari, il 1 aprile 1994, da Vittorio Allegri (giornalista) e Elisabetta Dallorso (insegnante). Si diploma al Liceo Classico Federico Delpino di Chiavari, dove si avvicina alla scrittura e alla recitazione. L’anno successivo si iscrive alla facoltà di Lingue Straniere dell’Università di Genova, coltivando nel frattempo la passione per cinema e scrittura. Perde presto interesse per l’università e decide di seguire la passione per il cinema, iscrivendosi alla Scuola Holden di Torino per seguire i corsi di cinematografia del college di Filmaking, dove si diploma nel 2015. Dopo una breve esperienza da attore e a Torino, al momento studia alla Sapienza di Roma, continuando comunque una produzione di sceneggiature e cortometraggi in qualità di attore.