[cs_content][cs_section parallax=”false” style=”margin: 0px;padding: 45px 0px;”][cs_row inner_container=”true” marginless_columns=”false” style=”margin: 0px auto;padding: 0px;”][cs_column fade=”false” fade_animation=”in-from-left” fade_animation_offset=”55px” fade_duration=”750″ type=”1/1″ style=”padding: 0px;”][x_raw_content][/x_raw_content][x_blockquote cite=”William Garrin” type=”center”]”Sono nato per combattere. Ho combattuto per avidità e per gli dei. Ma questa è la prima guerra, degna di essere combattuta”[/x_blockquote][cs_text class=”cs-ta-justify”]Nella rubrica dei film più attesi di questo 2017 non poteva mancare The Great Wall, il nuovo film con Matt Damon, diretto da Zhāng Yìmóu.

In Italia arriverà il 23 Febbraio, mentre è già stato distribuito in Cina a partire dal 16 Dicembre 2016. La pellicola è una delle più grandi produzioni interamente girate nel paese asiatico e, inoltre, è la prima in lingua inglese del regista (cinese).

La vicenda è ambientata nella Cina del XIII secolo. Il protagonista, William Garrin, è un soldato mercenario, scelto per difendere l’umanità e combattere sulla Grande Muraglia. Cosa ha spinto realmente la popolazione cinese a costruire uno dei più iconici monumenti del mondo? Da chi – o da cosa – dovevano difendersi? Con questo film, tra il fantastico e l’avventura, il regista Zhāng Yìmóu ha voluto mostrare il lato misterioso di questo grande monumento.

The Great Wall ha già ottenuto grande successo in Cina, guadagnando oltre 67 milioni di dollari i primi giorni di programmazione, posizionandosi così al quarto posto tra i film esordienti con più incassi nel Paese della Grande Muraglia nel 2016.

Tuttavia, il film è stato anche oggetto di critiche, soprattutto per la scelta di Matt Damon come protagonista: la polemica è stata alimentata anche da un tweet di Constance Wu, attrice cinese, che ha dichiarato: “I nostri eroi non hanno l’aspetto di Matt Damon. Assomigliano a Malala. Ghandi. Mandela”.

L’attore americano ha risposto a queste dure critiche, affermando di non aver “rubato” il ruolo a nessuno. Anzi, ha dichiarato che la sua parte, fin dall’inizio, non era stata pensata per un attore asiatico. Inoltre, questa nuova esperienza gli ha offerto grandi spunti per conoscere meglio e comprendere la cultura cinese. Accanto a Matt Damon, troveremo anche Willem Dafoe, Pedro Pascal e Tian Jing.

The Great Wall, il primo kolossal metà americano e metà cinese, è un film diviso tra l’azione e la science-fiction. Unico nel suo genere nel repertorio del regista cinese. Sarà all’altezza delle nostre aspettative, pieno di azione, follia e delirio? Per ora sembra essere così, dovremo però aspettare ancora fino al 23 Febbraio.[/cs_text][x_video_embed no_container=”true” type=”16:9″][/x_video_embed][x_raw_content][/x_raw_content][/cs_column][/cs_row][cs_row inner_container=”true” marginless_columns=”false” style=”margin: 0px auto;padding: 0px;”][cs_column fade=”true” fade_animation=”in-from-left” fade_animation_offset=”45px” fade_duration=”750″ type=”1/1″ style=”padding: 0px;”][x_raw_content]

[/x_raw_content][/cs_column][/cs_row][/cs_section][cs_section parallax=”false” style=”margin: 0px;padding: 45px 0px;”][cs_row inner_container=”true” marginless_columns=”false” style=”margin: 0px auto;padding: 0px;”][cs_column fade=”false” fade_animation=”in” fade_animation_offset=”45px” fade_duration=”750″ type=”1/1″ style=”padding: 0px;”][x_author title=”L’autore” author_id=””][x_share title=”condividi questo articolo” share_title=”” facebook=”true” twitter=”true” google_plus=”true” linkedin=”false” pinterest=”false” reddit=”false” email=”false” email_subject=”Hey, thought you might enjoy this! Check it out when you have a chance:”][/cs_column][/cs_row][/cs_section][/cs_content]