[cs_content][cs_section parallax=”false” style=”margin: 0px;padding: 45px 0px;”][cs_row inner_container=”true” marginless_columns=”false” style=”margin: 0px auto;padding: 0px;”][cs_column fade=”false” fade_animation=”in-from-left” fade_animation_offset=”55px” fade_duration=”750″ type=”1/1″ style=”padding: 0px;”][x_raw_content][/x_raw_content][/cs_column][/cs_row][/cs_section][cs_section parallax=”false” style=”margin: 0px;padding: 45px 0px;”][cs_row inner_container=”true” marginless_columns=”false” style=”margin: 0px auto;padding: 0px;”][cs_column fade=”true” fade_animation=”in-from-left” fade_animation_offset=”55px” fade_duration=”750″ type=”1/1″ style=”padding: 0px;”][x_blockquote cite=”Jack Byrnes (Robert De Niro)” type=”left”]”Io ti tengo d’occhio”[/x_blockquote][cs_text]Il terzo articolo della rubrica Family Hugs non può non essere la trilogia Ti Presento i Miei uscita nel 2000, diretta da Jay Roach (eccetto il terzo e ultimo film della saga diretto da Paul Weitz) e interpretato da Ben Stiller e Robert De Niro.

LA TRAMA

Il primo film della trilogia Ti presento i miei narra di Greg Focker (in italiano Fotter),un infermiere deciso a fare la proposta di matrimonio alla sua futura moglie Pam Byrnes, maestra d’asilo. Per farlo però decide di chiedere il permesso a suo padre Jack approfittando dell’invito dei genitori a passare il weekend a casa loro. Purtroppo per lui però se la madre Dina è molto dolce e carina, Jack è un osso duro e darà del filo da torcere al suo futuro genero del quale non si fida, facendo nascere varie gag. Solo alla fine Jack si metterà nei panni della figlia innamorata e lascerà loro gli spazi che si meritano, o almeno così sembra. Si arriva al secondo film della saga, Mi presenti i tuoi, nel quale la famiglia di Pam conoscerà la famiglia di Greg. Durante la conoscenza ci troveremo davanti a molte incomprensioni, segreti e ovviamente tantissime peripezie, soprattutto perché sono due famiglie completamente diverse. Ci sarà comunque un lieto fine con il matrimonio tra Pam e Greg. Nell’ultimo film della trilogia, Vi presento i nostri, i due sposi hanno due bambini: Henry e Samantha. In questo film però assistiamo a un piccolo colpo di scena, quello di Jack che chiede a Greg di essere il capo famiglia, peccato però che Greg nasconde molti segreti e Jack continua a non fidarsi di lui. Alla fine egli capisce che molti suoi sospetti erano infondati e capirà quindi che sua figlia ha scelto l’uomo giusto.

5654611dc9f56b4ad693da6d

L’ANALISI

Ovviamente il tema principale della trilogia sono i rapporti familiari con tutte le sue sfumature, segreti e incomprensioni. Il genere è ovviamente una commedia ironica, ma non mancheranno momenti toccanti, proprio per dimostrare che nel bene e nel male, niente è più importante della famiglia.

Nella trilogia abbiamo un personaggio molto analizzato, si tratta di Jack Byrnes, un agente della CIA in pensione, che non si fida di Greg in nessuno dei 3 film. Vediamo in lui tutta la gelosia e possessività verso sua figlia che non vuole vedere andare via di casa. Jack è un uomo duro e solitario che ama più di nessun’altra persona la famiglia, nascondendo anche delle informazioni molto rilevanti e molto personali ma a fin di bene, il suo lato più dolce lo vedremo verso il suo gatto chiamato Mr. Sfigatto.  Jack inoltre è un personaggio che non si fida facilmente delle persone, creerà infatti “il cerchio della fiducia”, uno schema personale con all’interno tutte le persone di cui si fida, inutile dire che Greg entrerà e uscirà da questo cerchio facilmente. Il film dimostra chiaramente che l’amore vince su tutti, nonostante Jack stravedeva per la sua piccola il suo ex Kevin Rawley (interpretato da Owen Wilson).

Greg per l’appunto è un personaggio molto forte e innamorato seppur molto sensibile, infatti nel primo film per un po’ di tempo dovrà cedere a Jack, ma proprio quest’ultimo capovolgerà la situazione aiutando il suo peggior nemico. Greg e Jack però hanno una cosa in comune, aldilà dell’amore verso i propri cari, quello di avere dei segreti. Questi segreti possono essere nocivi involontariamente alla famiglia perché l’ultima cosa che vogliono entrambi è ferire i propri cari. Un segreto di Jack è appunto il suo lavoro e le sue azioni da spia verso suo genero di nascosto, i segreti di Greg invece riguardano il suo passato, le donne che ha avuto una donna affascinante che gli farà delle avances dopo il suo matrimonio e il suo vero nome che sarebbe Gaylord e non Greg, tutte queste cose si scopriranno durante le visioni dei tre film ma non lo sapremo mai per bocca del protagonista.

Una variabile che può far piacere a Greg può essere il fatto che Jack non ha adocchiato Greg come unica vittima, ma anche il cognato di Pam, che però quest’ultimo non avrà la stessa forza di Greg e lascerà sua moglie nel terzo film della trilogia.

download_image

Abbiamo poi Dina Byrnes, una casalinga forte e tranquilla che è molto più semplice di suo marito ma lo ama profondamente e stringerà un forte legame con una donna particolarmente diversa, si tratta di Rosalind, la madre di Greg. Roz è una sessuologa molto schietta, invadente e vivace che tratterà Pam come se fosse sua figlia.

Infine abbiamo Bernard, il padre di Greg interpretato dal magistrale Dustin Hoffman, un uomo in pensione molto semplice, altruista, ma come sua moglie molto invadente e ciò susciterà dei disguidi tra le famiglie.

Sembra che quando arrivano i piccoli le cose sembrano più semplici, ma come in ogni famiglia ci sono sempre delle complicazioni, nel terzo film le complicazioni riguardano i seri dubbi di Jack riguardo il suo genero, lui si chiede se davvero può essere l’uomo giusto per portare avanti la sua famiglia? e questa paura, che faccia ridere o no, è un tema molto attuale, poiché al giorno d’oggi come tempo fa, molti padri si pongono queste domande, e uno dei punti di forza della trilogia è proprio quella di mescolare realtà e finzione in veste ironica, attuale e toccante.

In conclusione la trilogia dimostra che ogni famiglia ha dei segreti, ma il più delle volte sono segreti a fin di bene che non vorrebbero danneggiare la famiglia, e il film dà un messaggio molto chiaro, quello che se due persone si amano nessuno può interferire, nemmeno un genitore che dovrà essere felice per il suo piccolo o la sua piccola. Infine il film dimostra che i rapporti di amicizia possono nascere anche tra persone molto diverse, anche se ci vuole tempo, appunto il film distrugge la superficialità per dare spazio al rispetto e amore verso il prossimo come se fosse un membro della famiglia.[/cs_text][x_raw_content][/x_raw_content][x_skill_bar heading=”Voto” percent=”75%” bar_text=”7.5″ bar_bg_color=””][x_video_embed no_container=”true” type=”16:9″][/x_video_embed][x_author title=”L’autore” author_id=””][x_share title=”condividi questo articolo” share_title=”” facebook=”true” twitter=”true” google_plus=”true” linkedin=”false” pinterest=”false” reddit=”false” email=”false” email_subject=”Hey, thought you might enjoy this! Check it out when you have a chance:”][/cs_column][/cs_row][/cs_section][/cs_content]