[cs_content][cs_section parallax=”false” style=”margin: 0px;padding: 45px 0px;”][cs_row inner_container=”true” marginless_columns=”false” style=”margin: 0px auto;padding: 0px;”][cs_column fade=”false” fade_animation=”in-from-left” fade_animation_offset=”55px” fade_duration=”750″ type=”1/1″ style=”padding: 0px;”][x_raw_content][/x_raw_content][cs_text]

Dylan dog, cose perdute

Ultimamente Dylan Dog sta attraversando un periodo caratterizzato da numeri epocali: una serie di eventi pubblicizzati e sfruttati per attirare l’attenzione del pubblico sugli svariati cambiamenti che ha subito la serie con la gestione Recchioni.

Le novità sono note a tutti: il pensionamento di  Bloch, il nuovo antagonista John Ghost, i cicli narrativi e lo stabilirsi di un team più o meno fisso di sceneggiatori. Ma le cose non finiscono qui. Epocale è stato il ritorno di Sclavi alla sua creatura così come in questo numero è epocale l’avvicendamento tra  Angelo Stano  e Gigi Cavenago alle copertine  della serie.

Il cambio di copertinista è dovuto ai nuovi impegni di  Stano con la nuova serie dylaniana di Tiziano Sclavi. Questo, unito all’ottima prova di Cavenago su Mater Dolorosa, ha portato al cambiamento che a colpo d’occhio non è per nulla sgradito.

Ma veniamo all’albo vero e proprio. La storia di questo mese, scritta da Paola Barbato e disegnata da Giovanni Freghieri, ruota intorno alla memoria ed all’infanzia di Dylan e un po’ di noi tutti seguendo un meccanismo di immedesimazione universale.

E’ una storia sulle perdite e sulla malinconia dell’infanzia. Uno di quei temi che solitamente alla Barbato riescono perfettamente. incubi, vecchi ricordi che tornano a galla e vecchi amici perduti. per la prima parte della storia il tutto ha un sapore malinconico e triste che ti trascina all’interno della storia.

Gli amici immaginari, l’orsacchiotto, l’estate solitaria dell’infanzia sono tutte chiavi universali che coinvolgono il lettore nella vicenda facendolo  empatizzare con Dylan e con i suoi deliri insonni. ci sono alcune sequenze notevoli come quella del deja-vù  e tutto il conseguente riapparire dei ricordi.

Purtroppo poi la storia prende una piega più concreta abbandonando il piano onirico ed entrando nella categoria di storie di Dylan che si riconducono allo psicopatico del mese. Qui la tensione cala di molto anche perché le motivazioni dello psicopatico di turno suonano labili.

Nota molto positiva è vedere come Paola Barbato gestisce i personaggi secondari vecchi e nuovi. Trattandosi in parte di un’indagine della polizia era obbligatorio inserire l’ispettore Carter  e Rania,  protagonisti di alcuni siparietti interessanti e l’immancabile apparizione dell’ispettore Bloch. Tutti i personaggi prendono il loro tempo in scena ma si incastrano bene nella vicenda dando vita ad un giallo parallelo alla vicenda più onirica e delirante vissuta da Dylan.

Nel complesso una storia nella sufficienza che concede una mezz’ora di svago piacevole ma che non fa gridare al miracolo, un alleggerimento dopo Mater Dolorosa e il ritorno di Sclavi. Alleggerimento di buona qualità che da un’idea del livello complessivo della serie tolti i vari momenti epocali che attraversa nei vari mesi di questo rilancio.

[/cs_text][x_raw_content][/x_raw_content][x_feature_headline level=”h5″ looks_like=”h3″ icon=”amazon”]Qualche consiglio da Amazon[/x_feature_headline][x_feature_list animation_offset=”50″ animation_delay_initial=”0″ animation_delay_between=”300″][x_feature_box title=”Dylan Dog, Diary, Ediz. illustrata – € 22,10″ title_color=”” text_color=”” graphic=”image” graphic_size=”150px” graphic_shape=”square” graphic_color=”#ffffff” graphic_bg_color=”#2ecc71″ align_h=”left” align_v=”middle” side_graphic_spacing=”50px” max_width=”none” child=”true” connector_width=”2px” connector_style=”dotted” connector_color=”#272727″ link_text=”ACQUISTALO SUBITO, CLICCA QUI” href=”http://amzn.to/2htruOM” href_title=”” href_target=”blank” link_color=”” graphic_image=”http://www.cinefusi.it/wp-content/uploads/2016/12/01-14.jpg” graphic_animation=”flip”]- [/x_feature_box][x_feature_box title=”Dylan Dog, Cronache dal pianeta dei morti – € 13,60″ title_color=”” text_color=”” graphic=”image” graphic_size=”150px” graphic_shape=”square” graphic_color=”#ffffff” graphic_bg_color=”#2ecc71″ align_h=”left” align_v=”middle” side_graphic_spacing=”50px” max_width=”none” child=”true” connector_width=”2px” connector_style=”dotted” connector_color=”#272727″ link_text=”ACQUISTALO SUBITO, CLICCA QUI” href=”http://amzn.to/2hHqi8l” href_title=”” href_target=”blank” link_color=”” graphic_image=”http://www.cinefusi.it/wp-content/uploads/2016/12/02-14.jpg” graphic_animation=”flip”]- [/x_feature_box][x_feature_box title=”Dylan Dog, Mater Morbi (Variant) – € 14,45″ title_color=”” text_color=”” graphic=”image” graphic_size=”150px” graphic_shape=”square” graphic_color=”#ffffff” graphic_bg_color=”#2ecc71″ align_h=”left” align_v=”middle” side_graphic_spacing=”50px” max_width=”none” child=”true” connector_width=”2px” connector_style=”dotted” connector_color=”#272727″ link_text=”ACQUISTALO SUBITO, CLICCA QUI” href=”http://amzn.to/2hECdnJ” href_title=”” href_target=”blank” link_color=”” graphic_image=”http://www.cinefusi.it/wp-content/uploads/2016/12/03-14.jpg” graphic_animation=”flip”]- [/x_feature_box][/x_feature_list][x_author title=”L’autore” author_id=””][x_share title=”condividi questo articolo” share_title=”” facebook=”true” twitter=”true” google_plus=”true” linkedin=”false” pinterest=”false” reddit=”false” email=”false” email_subject=”Hey, thought you might enjoy this! Check it out when you have a chance:”][/cs_column][/cs_row][/cs_section][/cs_content]