dead blood

Dopo un anno, tante novità e tante fiere, continua il percorso di affermazione di Noise Press tra le case editrici emergenti che si stanno creando il loro spazio vitale, puntando sulla qualità e su una forte identità editoriale.

Con Dead Blood è stato iniziato un percorso editoriale ben pianificato che ha una forte rappresentazione nell’horror e nell’azione. Al di là delle altre testate satellite che escono con Noise (di cui parleremo in seguito), con Dead Blood la casa di Luca Frigerio sta puntando a creare un mondo e una mitologia “un pezzo alla volta”.

L’albo si divide in tre storie che hanno in comune lo stesso mondo e la stessa mitologia. Tutto ruota intorno alla figura del vampiro: una creatura della notte spogliata di tutti i fronzoli e gli abbellimenti che ha ricevuto negli anni dal cinema. Qui i non-morti perdono molto del loro aspetto cool, non sono figure tragiche ed aristocratiche e un po’ romantiche alla Anne Rice o alla Twilight. Si torna indietro con la visione più ferale ed inumana della figura vampirica.

È un’operazione in parte rischiosa perché tende a confondere le idee al lettore abituato ormai a determinati canoni, che vengono disattesi e sostituiti dalla mitologia narrativa proposta dagli autori. In tutte e tre le storie che compongono questo terzo albo di Dead Blood tutto si incastra alla perfezione, o quasi.

In Requiem continuano le vicende del mondo post-apocalittico già visto nei numeri precedenti. Ci sono più di un punto di contatto con altre serie del genere, su tutti The Walking Dead, ma la fine del mondo causata dai vampiri ha vari elementi di originalità e un’atmosfera per certi versi più orrenda: uno zombie ti insegue e ti divora, un vampiro ti può imprigionare e allevare come bestiame. C’è un livello di orrore superiore che compensa ampiamente la tematica già largamente sfruttata. I disegni di Massimiliano Veltri hanno il grande pregio di rafforzare le atmosfere cupe e disperate della storia di Massimiliano Grotti. Requiem è il punto focale dell’ambientazione narrata in Dead Blood e si capisce per la qualità della storia.

Ubermensch è invece una di quelle trame che puntano a creare una mitologia ed un legame con la figura del vampiro usata dalla Noise. Valentina Marucci e Federico Sabbatini ci portano in un giallo semplice incentrato su un mistero coadiuvato da una coppia di investigatori classica: il geniale Commissario Kraam e l’ingenuo ed inesperto Caporale Stein. Questa coppia permette all’autrice di sviluppare il mistero e spiegare gli eventi attraverso il dialogo tra i due. Purtroppo questa seconda storia pare – per certi versi – confusa, dando l’impressione di “entrare al cinema al secondo tempo”, impressione che forse sarà fugata nella futura seconda parte. Grande pregio è quello dell’ambientazione e della scelta dei protagonisti. Siamo nel Ghetto di Varsavia,  i nostri protagonisti sono due agenti della Gestapo e il tutto da alla narrazione interessanti sfaccettature che bilanciano i problemi precedenti, lasciando la curiosità al lettore per procedere.

Infine Giochi D’Ombre chiude l’albo. Si tratta di una storia molto semplice che punta tutto sull’azione per mostrare una vicenda del remoto passato del mondo dei vampiri. Qui Gianfranco Calise e David Ferracci ci mostrano un commando di vampiri romani che assaltano la villa di un senatore. Quest’ultimo capitolo non vuole perdersi in sfaccettature, puntando tutto sulla pura azione e diventando un piacevole alleggerimento, risultando rapido e divertente da leggere.

Nel complesso questo terzo numero di Dead Blood mostra un deciso aumento della qualità di una testata che già risultava interessante. Un ottimo rapporto qualità prezzo e una grossa cura nella presentazione delle storie. Da migliorare invece il reparto redazionale. Si sente la mancanza di un’introduzione e di qualcosa che faccia il punto della situazione ricapitolando gli eventi, soprattutto considerando che si tratta di un albo che raccoglie storie a puntate.

Questo è un difetto che fortunatamente passa in secondo piano nella visione complessiva di quello che è un prodotto di qualità.

dead blood banner
Acquista QUI il primo capitolo della serie, su Amazon!
dead blood banner
Acquista QUI il secondo capitolo della serie, su Amazon!