Titolo film: Benedetta Follia

Data uscita: 2018-01-11

Regista: Carlo Verdone

Attori: Carlo Verdone, Ilenia Pastorelli, Maria Pia Calzone, Lucrezia Lante Della Rovere

Genere: Commedia

Sending
Voto Utenti 0 (0 voti)

Guglielmo, proprietario di articoli religiosi è sposato con Lidia da venticinque anni, ma nel giorno del loro anniversario Lidia gli confessa di tradirlo con la commessa di Guglielmo. Senza moglie e commessa, Guglielmo offre il posto a Luna, una ragazza romana con problemi di soldi. Dopo un inizio traballante, i due protagonisti inizieranno ad avere molta sintonia, tant’è che Luna lo iscrive in un social network di incontri così che Guglielmo possa trovare la nuova donna della sua vita.

Si può dare ufficialmente il bentornato a Carlo Verdone, Benedetta Follia infatti è molto simile ai classici film dell’attore romano: è presente una morale e il protagonista torna a fare coppia con una donna (Ilenia Pastorelli). Il risultato è pienamente soddisfacente grazie all’ottima sintonia che hanno i due protagonisti, proprio come c’era alchimia tra lui e Ornella Muti, Claudia Gerini, Eleonora Giorgi, Margherita Buy. I film di Verdone in cui quest’ultimo ha una storia d’amore con una donna risultano sempre più belli, profondi e interessanti, non che L’abbiamo fatta grossa fosse un brutto un film, ma si allontanava particolarmente dalle pellicole classiche e apprezzabili di Carlo Verdone.

L’opera funziona, grazie all’ottima interpretazione e alchimia tra i personaggi, alle gag assolutamente riuscite mixate a una giusta dose di dramma presentato, alla morale e alle tematiche che porta con sé. La buonissima sceneggiatura rende il messaggio di Benedetta Follia chiaro e diretto. Non solo, la pellicola mostra egregiamente il gap generazionale e come la generazione più anziana si approccia a quella più giovanile. Infine, il titolo si addice benissimo al tema affrontato e al messaggio che vuole trasmettere.

Un finale scontato accompagnato da un cambiamento comportamentale troppo sbrigativo e poco decodificabile di Guglielmo a metà film, sono i difetti principali, che, in ogni caso, non scalfiscono la godibilità di Benedetta Follia.

Non è il miglior film del regista italiano, ma questa pellicola dà il definitivo bentornato al Carlo Verdone che conosciamo e che vogliamo vedere, Benedetta Follia benedice Verdone, e gli incassi al botteghino lo confermano.

VOTO: 78/100

Studente di comunicazione pubblica e d'impresa alla sapienza. Appassionato di cinema, serie tv, musica, calcio e videogames. Socievole, logorroico e molto ripetitivo.