Ecco le opinioni della Redazione sulla nuova pellicola del Marvel Cinematic UniverseAvengers: Infinity War” diretto dai Fratelli Russo e nelle nostre sale dal 25 Aprile.

“Avengers: Infinity War, la gemma della meraviglia cinematografica”
DI Jacky Debach 

In Avengers: Infinity War ci sono delle analogie tra le gemme dell’infinito e il lavoro che c’è dietro. Infatti la pellicola ha l’anima che serve, una potenza totale, uno spazio visivo che riesce a immergerti ovunque, una mente per le idee che sono state effettuate, realtà perché troviamo politica e fratellanza e tempo perché può essere amato da tutte le persone di qualsiasi età. Tutte queste gemme sono delle caratteristiche che tutti i film di qualsiasi generazione devono avere, infatti sono gemme dell’infinito. La sceneggiatura per i dialoghi e i temi che tratta, la regia ben gestita (ottimi i dettagli e gli altri movimenti di macchina) e il montaggio si intrecciano perfettamente con la colonna sonora, il mix di humor (mai fuori luogo) e momenti drammatici e scene d’azione, il tutto retto da buonissime interpretazioni. Soprattutto il film ha di fantastico il fatto che il protagonista e antagonista sia Thanos, la narrazione dipende da lui, una scelta rischiosa ma ben gestita e giusta. E’ un villain non stereotipato, a tratti si prova pure empatia per lui, è un antagonista complesso e carismatico che riesci a capire quello che fa ma non a giustificare, sicuramente tra i migliori villain della MCU.  La nota dolente risiede nel rapporto assente tra Banner e Romanoff che sarebbe stato necessario. Rimane comunque un capolavoro, una gemma della meraviglia cinematografica.

VOTO: 90/100


“Avengers: Infinity War, ora il cinema dei supereroi è tutta un’altra storia”
di Daniele Carlo

Il capolavoro assoluto di questa pellicola è senza dubbio il villain. Il Thanos interpretato da Josh Brolin non è un individuo violento e brutale che uccide per uccidere, ma presenta una crescita continua, con uno spessore interiore che mette i brividi. Non è neanche un cinico: è un idealista, fortemente disilluso, ma determinato al sacrificio, qualunque esso sia. I flashback, gli scenari onirici, alcuni scambi di battute (“Quanto ti è costato?” “Tutto”), le pause: tutto è gestito con una cura e con un gusto da grandi cineasti. Ogni personaggio ha il suo spazio ben definito, creando tante colonne portanti orientate a produrre il miglior risultato possibile. I punti deboli che si vedevano nei vari stand alone sono stati tutti smussati in favore di un amalgama lineare e coeso, concedendo dove necessario punte di ironia o di dramma. Il cerchio poi si chiude con la geniale ricomparsa di alcuni (loschi) individui che avevamo dato per spacciati (storicamente e cinematograficamente) molti anni fa!!! Alla fine, non ci si può non sentire piacevolmente stravolti, e meno male! Dopo un po’ di prodotti di basso profilo targati MCU, “Avengers: Infinity War”arriva a toccare vertici finora inimmaginabili del cinema dei supereroi. Ci si trova di fronte ad uno dei migliori film del genere e, con un po’ di audacia e di incoscienza, lo si potrebbe anche considerare il migliore mai realizzato finora.

VOTO: 88/100  

Marvel Studios’ AVENGERS: INFINITY WAR..L to R: Star-Lord/Peter Quill (Chris Pratt), Mantis (Pom Klementieff), Groot (voiced by Vin Diesel)..Photo: Film Frame..©Marvel Studios 2018

“Avengers: Infinity War, la rivoluzione del genere cinecomic”
di Andrea Boggione

La 19° pellicola del Marvel Cinematic Universe segna una vera e propria rivoluzione dei film di genere supereroistico. I fratelli Russo hanno creato un prodotto che va oltre il puro e semplice intrattenimento. Dopo 10 anni (il primo film “Iron Man” è uscito nel 2008) la Marvel ha deciso di riunire quasi tutti i suoi eroi presenti nel MCU in una pellicola ricca di personaggi, il più alto numero di eroi mai visto sul grande schermo. Ma, nonostante ciò, il punto forte del film è sicuramente il personaggio di Thanos (Josh Brolin), il quale è caratterizzato in maniera così profonda da non passare mai in secondo piano. La storia gira, alla fine, intorno al suo personaggio rendendolo il vero e proprio protagonista della vicenda. Il film più atteso dell’anno è finalmente arrivato e non ha per niente deluso nonostante le enormi aspettative. Insomma “Avengers: Infinity War” è uno splendido blockbuster che dimostra ancora una volta il livello di questo grandissimo progetto capace di creare una nuova tipologia di business e che sta già macinando record su record per quanto riguarda gli incassi. Una pellicola memorabile e ricca di eventi difficilmente dimenticabili. Non ci resta che aspettare il prossimo emozionante capitolo di questo straordinario universo condiviso cinematografico.

VOTO: 90/100