[cs_content][cs_section parallax=”false” style=”margin: 0px;padding: 45px 0px;”][cs_row inner_container=”true” marginless_columns=”false” style=”margin: 0px auto;padding: 0px;”][cs_column fade=”true” fade_animation=”in-from-left” fade_animation_offset=”55px” fade_duration=”750″ type=”1/1″ style=”padding: 0px;”][cs_text]
Dopo aver visto il film, è intervenuto il regista Whit Stillman per fare due chiacchere con il pubblico presente in sala. Prima un intervento della direttrice della Jane Austen Society of Italy che ci ha introdotto il personaggio di Lady Susan.

“Essendo un romanzo giovanile, possiamo considerare Lady Susan (l’opera originale) come un romanzo seminale rispetto a quello che sarà in seguito la caratterizzazione dei personaggi di Jane Austen. Nonostante sia l’unica antieroina all’interno della sua produzione letteraria, Austen la tratteggia già con la sua inconfondibile ironia. Il suo anticonformismo rispetto al costume del tempo la rende il soggetto perfetto del romanzo Austeniano.

Dopo l’intervento, arrivano puntuali le domande al regista. Qui ho voluto raccogliere le più interessanti.

Domanda: Questo è un romanzo postumo di Jane Austen, e ha un impostazione molto “teatrale” come script. Come ha iniziato a pensare di portarla sul grande schermo?

Stillman: Ho scoperto quest’opera circa 14 anni fa, e la ho trovata tremendamente interessante e unica all’interno dell’universo letterario Austeniano. Il senso dell’umorismo ricorda molto quello di Oscar Wilde, ad esempio. La difficoltà più grande dell’adattamento è stata dovuta alla struttura epistolare del romanzo, ho dovuto per prima cosa avvicinare geograficamente le due amiche, e successivamente sono andato a introdurre dei nuovi personaggi come MacGuffin (elementi attraverso cui si fornisce dinamicità alla trama).

D: Nei suoi film ha sempre toccato la questione sociale, come Lady Susan le ha permesso di continuare il discorso?

S: Sono stato prima di tutto colpito dall’anacronismo di Lady Susan. Mi sono sempre piaciuti i personaggi stravaganti e un po’ malvagi, mi piace soprattutto mostrarli sotto una luce che risalti tutte le sfaccettature di questi personaggi. Tendo a introdurli sempre come personaggi divertenti, fino a far esaltare la loro stravaganza in un secondo momento. Particolare nelle opere di Austen è il fatto che riesca a cogliere le sfumature sociali con molta ironia. Il romanzo originale non ha un vero e proprio finale, e la critica sociale viene affidata al decadimento di Lady Susan.

D: Il film presenta un’apologia della manipolazione femminile, e di contrario presenta gli uomini completamente in balia degli eventi. Vorrei una considerazione su questo.

S: Vuol dire che sono riuscito a fare un film realistico allora. (Risate generali)

D: Kate Beckinsale è stata la sua prima scelta?

S: Kate è stata l’unica attrice per cui io abbia scritto un film (The Last Days of Disco, n.d.r.) e inoltre l’avevo conosciuta proprio tramite un adattamento di un romanzo di Jane Austen, Cold Comfort Farm, tratto da Emma. Quando ho iniziato a pensare di fare questo film lei era troppo giovane, aveva 20 anni. Fortunatamente una serie di eventi hanno portato al ritardo del film, e lei aveva l’età giusta.

D: Come in molti suoi film, il personaggio di Lady Susan non viene giudicato eticamente, perché?

S: Mi addolora sempre vedere come alcuni autori manipolino i propri personaggi scindendoli nettamente in buoni e cattivi. Siamo stati più magnanimi della Austen.

D: Ci può dire qualcosa sulla produzione? Il film funziona come un orologio, e vorrei sapere se ci sono stati problemi in fase di produzione o se è filato tutto liscio come sembra. Inoltre vorrei sapere qualcosa di più sul suo rapporto con Chloe Sevigny.

R: Io e Chloe siamo molto amici, ci vediamo spesso quando siamo a New York ed è la terza volta che lavoro con lei. Inoltre abbiamo girato insieme un pilota per una serie prodotta da Amazon, che si chiama Cosmopolitan. La produzione non è stata tutta rose e fiori. La Austen non ha un grosso richiamo commerciale. Quando una grossa casa di produzione europa si è messa di traverso abbiamo avuto paura. Poi, fortunatamente, questa situazione ha avuto i suoi risvolti positivi, permettendoci di lavorare con diversi paesi.

D: Vuole farci un commento sull’eiezione di Donald Trump?

R: Noi ci occupiamo di intrattenimento puro, per scappare alla realtà. Speriamo che ci facciano vendere più biglietti. (Risate generali).
[/cs_text][x_video_embed no_container=”true” type=”16:9″][/x_video_embed][x_feature_headline level=”h5″ looks_like=”h3″ icon=”amazon”]Qualche consiglio da Amazon[/x_feature_headline][x_feature_list animation_offset=”50″ animation_delay_initial=”0″ animation_delay_between=”300″][x_feature_box title=”Pearl Harbor – € 11,02″ title_color=”” text_color=”” graphic=”image” graphic_size=”150px” graphic_shape=”square” graphic_color=”#ffffff” graphic_bg_color=”#2ecc71″ align_h=”left” align_v=”middle” side_graphic_spacing=”50px” max_width=”none” child=”true” connector_width=”2px” connector_style=”dotted” connector_color=”#272727″ link_text=”QUI” href=”http://amzn.to/2f976O4″ href_title=”” href_target=”blank” link_color=”” graphic_image=”http://www.cinefusi.it/wp-content/uploads/2016/11/03-1-e1479512514360.jpg” graphic_animation=”flip”]Uno dei più grandi successi di Kate Beckinsale, clicca[/x_feature_box][x_feature_box title=”Van Helsing – € 7,49″ title_color=”” text_color=”” graphic=”image” graphic_size=”150px” graphic_shape=”square” graphic_color=”#ffffff” graphic_bg_color=”#2ecc71″ align_h=”left” align_v=”middle” side_graphic_spacing=”50px” max_width=”none” child=”true” connector_width=”2px” connector_style=”dotted” connector_color=”#272727″ link_text=”QUI” href=”http://amzn.to/2f93wDV” href_title=”” href_target=”blank” link_color=”” graphic_image=”http://www.cinefusi.it/wp-content/uploads/2016/11/02-10-e1479512537878.jpg” graphic_animation=”flip”]Kate Beckinsale e Hugh Jackman insieme, clicca[/x_feature_box][x_feature_box title=”Amore & Inganni – € 11,82″ title_color=”” text_color=”” graphic=”image” graphic_size=”150px” graphic_shape=”square” graphic_color=”#ffffff” graphic_bg_color=”#2ecc71″ align_h=”left” align_v=”middle” side_graphic_spacing=”50px” max_width=”none” child=”true” connector_width=”2px” connector_style=”dotted” connector_color=”#272727″ link_text=”QUI” href=”http://amzn.to/2fpDddy” href_title=”” href_target=”blank” link_color=”” graphic_image=”http://www.cinefusi.it/wp-content/uploads/2016/11/01-10-e1479512553272.jpg” graphic_animation=”flip”]Il libro dal quale è tratto il film, clicca[/x_feature_box][/x_feature_list][x_author title=”About the Author” author_id=””][/cs_column][/cs_row][/cs_section][/cs_content]