KIMERAMENDAX #1 - NIGREDO (Cover)

Kimeramendax 1- Nigredo

Sceneggiatura:  Gianluca Pernafelli

Disegni: Mattia de Lulis, Stefano Garau

Colori: Mattia de Iulis

Copertina: David Messina

58 pg a colori 12 euro

 

 

 

È sempre una faccenda complicata parlare di autoproduzioni: non si può e non si deve essere troppo severi, né troppo indulgenti; è necessario guardare il prodotto con mente aperta e cercando di individuarne il potenziale oltre che le qualità ovvie e visibili. Il collettivo Kuro Jam entra nel mondo del fumetto presentando a Lucca Comics la sua prima opera, Kimeramendax. Si tratta del primo numero di una serie che il collettivo punta a portare avanti a cadenza regolare, una storia di fantascienza che molto ha in comune col cyberpunk. Sono entrambe cose che ci garbano molto qui in redazione.

KIMERAMENDAX #1 - NIGREDO (Tavola 1 MATTIA DE IULIS)

Ma andiamo a vedere più nel dettaglio il prodotto che i ragazzi del Kuro Jam propongono.

Kimeramendax è la storia di un futuro prossimo dove la tecnologia e la bionica hanno radicalmente cambiato la società. Tutti sono interconnessi alla rete e i programmi hanno regolarizzato le emozioni creando una sorta di paradiso artificiale che sa di dittatura. Non esistono emozioni negative ma solo felicità artefatta.

KIMERAMENDAX #1 - NIGREDO (Tavola 1 STEFANO GARAU)

Ma questo status-quo dal sapore dittatoriale rischia di collassare: un gruppo ribelle non ben identificato si sta scollegando dalla rete a costo di auto-mutilarsi; omicidi sospetti si legano ad un sotterraneo mondo antagonista

Le premesse di questo primo numero di Kimeramendax sono tutte succulente ed interessanti. Si tratta di un cyberpunk vecchia maniera con grossi debiti verso la fantascienza distopica e pellicole come Equilibrium. C’è però il problema di una narrazione che a tratti insiste troppo sugli aspetti filosofici della vicenda rispetto agli eventi stessi.

Il mondo che viene presentato ha un suo fascino e una sua coerenza. Anche l’aspetto grafico aiuta a trasmettere la sensazione di un paradiso artificiale tutt’altro che perfetto. La narrazione ha un taglio cinematografico con l’uso di vignette lunghe. I dettagli sono mostrati attraverso soggettive dei protagonisti che zoomano con i loro sensori bionici. Nel complesso il comparto grafico è articolato e ben fatto e si amalgama con l’atmosfera della storia.

KIMERAMENDAX #1 - NIGREDO (Tavola 2 STEFANO GARAU)

Purtroppo però l’albo non è esente da difetti. Si sente la mancanza di un personaggio principale attivo nelle vicende con le sue azioni dirette. Decimo, il protagonista, è più una vittima degli eventi come tutti gli altri e dà l’impressione di essere guidato in avanti dalla voce narrante e mancare di sua iniziativa personale.

Prima di lanciarsi in un giudizio è però importante ricordare che si tratta di un’opera prima e solo del primo numero della serie. Verso la fine di questo albo il susseguirsi degli eventi di Decimo subisce un forte scossone che potrebbe portarlo in una posizione più centrale e definita.

Nel complesso una buona prova per i Kuro Jam. Il prodotto incuriosisce e la conclusione di questo Kimeramendax 1 lascia il desiderio di conoscerne il seguito. Personalmente ci sentiamo di consigliarne l’acquisto presso la Self Area di Lucca Comics e ci auguriamo che questo progetto prosegua e migliori.